Letture

MARIELLA LENTINI PRESENTA IL SUO LIBRO “SANTI COMPAGNI GUIDA PER TUTTII I GIORNI”

Martedì 10 dicembre, alle ore 20.45, alla Biblioteca Astense Giorgio Faletti di via Goltieri 3, ad Asti (Sala delle Colonne), Mariella Lentini presenta il libro “Santi compagni guida per tutti i giorni”, edito da Espansione Grafica.

Il programma della serata prevede: i saluti di Donatella Gnetti, direttore della Fondazione Biblioteca Astense “Giorgio Faletti”. Intervengono: Caterina Calabrese (laureata in Scienze Religiose, Presidente dell’associazione “Il dono del volo”), Don Mauro Canta (Vicario Parrocchiale di S. Pietro in Asti, Incaricato Diocesano della Pastorale Universitaria, Assistente Diocesano Giovani dell’Azione Cattolica), Giangiacomo Dapino (Avvocato esperto in Diritto di Famiglia, già Responsabile Diocesano del settore Famiglia), Erika Viotti (psicoterapeuta del Centro Meyer di Asti, esperta in disturbi dell’età evolutiva, presidente dell’associazione “Alto Apprendimento”). Modera la giornalista Stella Palermitani. Sarà presente l’autrice.

Partecipano alla serata anche Irene Conte (studentessa universitaria di Lettere, attrice, drammaturga e regista, tra le ultime pièce che ha scritto, diretto e interpretato “A piedi nudi tra le stelle”, opera corale sulla natura) e un gruppo di ragazzi del laboratorio teatrale del Liceo Classico Vittorio Alfieri di Asti che leggeranno alcuni brani del libro, con il coordinamento della Prof.ssa Noemi Priarone. A seguire brindisi natalizio con spumante e panettone.

Il libro “Santi compagni guida per tutti i giorni” è corredato: da un prologo firmato dalla nota scrittrice e psicoterapeuta Maria Rita Parsi (già componente del Comitato ONU per i Diritti dell’Infanzia, psicoterapeuta, scrittrice, Presidente della Fondazione Fabbrica della Pace e Movimento Bambino); da una prefazione firmata da Caterina Calabrese (giornalista freelance e scrittrice, collabora con il marito Giorgio Calabrese, famoso medico dietologo astigiano) e dalla presentazione firmata dal noto avvocato astigiano Giangiacomo Dapino.

Il volume di 478 pagine, interamente illustrato a colori, racconta leggende, vita, preziosi insegnamenti, opere e miracoli di 365 santi, dal 1° gennaio al 31 dicembre (uno al giorno), provenienti da ogni Paese del mondo. Sono uomini e donne come noi, di ogni età, ricchi e poveri, vissuti più di duemila anni fa fino ai giorni nostri. Il saggio, rivolto ai ragazzini e ai giovani, ma anche agli adulti, genitori, nonni, insegnanti e catechisti, descrive, con testi sintetici, le tappe fondamentali della storia dell’uomo.

Leggere la vita dei Santi, selezionati dall’autrice su oltre 5000 (tra i più famosi a quelli meno conosciuti), con una consistente rappresentanza di personaggi italiani (soprattutto piemontesi e astigiani), attraversando i secoli, permette di conoscere le nostre origini, la storia di grandi civiltà, dalla loro nascita allo splendore, fino al tramonto; il modo di vivere, usi e costumi di chi ci ha preceduto.

Santi compagni guida per tutti i giorni è un libro dedicato soprattutto ai giovani, ai ragazzi della generazione “Greta”, attenti ai bisogni della collettività, meno individualisti rispetto ai ragazzi di dieci anni fa. I valori passano dai giovani agli adulti e dalla questione ambientale ad altre istanze il passo è breve, contro la guerra, il divario tra ricchi e poveri, il disimpegno politico, sociale e culturale.

L’amore passa attraverso molte vie, fra queste vi è l’esempio, potente strumento educativo che insegna valori importanti. La vita dei Santi è una preziosa documentazione che ci giunge come eco lontana ma che mantiene tutta la sua grande efficacia. Storie di persone come noi che con la propria vita hanno lasciato un forte segno d’amore e di speranza per continuare a diffonderli nel tempo, nel mondo, fra tutti noi.

————-

UN NUOVO LIBRO DI MARIO RENOSIO RACCONTA LA LOTTA PARTIGIANA TRA MONFERRATO E  LANGHE
 
Rinviata per le avverse condizioni meteo della scorsa settimana, la presentazione dell’ultimo libro di Mario Renosio, direttore scientifico dell’Israt, “Attila, Pepe e gli altri. La lotta partigiana tra il Monferrato e le Langhe” sarà riproposta domenica 8 dicembre a Vinchio.
 
Invariato il programma, che nella stessa giornata comprenderà anche altre iniziative per ricordare il 75° anniversario della Repubblica partigiana dell’Alto Monferrato. Gli eventi sono promossi da Israt, Comitato Resistenza e Costituzione della Regione Piemonte, Casa della Memoria in collaborazione con Comune, Associazione culturale Davide Lajolo e Anpi astigiana.
 
Alle 15 visita guidata alla Casa della Memoria.
 
Alle 16.30, nel vicino salone della Confraternita, i saluti istituzionali dell’Amministrazione Comunale e di Stefano Allasia, presidente del Consiglio Regionale. Seguirà la proiezione del documentario “Resistere in collina”, prodotto dall’Israt, e la presentazione del libro di Renosio.
 
Con l’autore converseranno Mauro Forno e Nicoletta Fasano, rispettivamente presidente e ricercatrice Israt.
 
Senza nasconderne le contraddizioni e i limiti, Renosio presenta la lotta partigiana con le sue aspirazioni, i progetti plurali e spesso contrastanti tra loro, i valori comuni e i protagonisti.
 
“La Resistenza – spiega – è una guerra di tipo nuovo: è anche guerra civile, oltre che di liberazione, e si sovrappone a una società che, per cultura e tradizione, è refrattaria ai cambiamenti e ostile verso tutto ciò che viene avvertito come ‘esterno’. La guerra partigiana però è combattuta dalla maggior parte dei figli di questa terra, che con la sua gente, le sue colline e i suoi nascondigli si richiude protettiva attorno a essi, soprattutto nei momenti più drammatici. Tuttavia la popolazione rimprovera spesso, ancora oggi, ai partigiani di averla esposta ai rischi delle rappresaglie senza aver saputo o potuta difenderla da esse e ciò provoca e alimenta anche il permanere di memorie divise”.
 
Il volume, prodotto dall’Israt e in vendita a 20 euro, è stato stampato con il contributo di Anpi, Casa della Memoria, Fondazione CRT.
—————-
 
(rinviato a data da destinarsi)
“LA BOMBA. CINQUANT’ANNI DI PIAZZA FONTANA” di ENRICO DEAGLIO

Nella biblioteca civica G. Monticone di Canelli, sarà presentato, domenica 24 novembre, alle ore 16, il volume “La bomba. Cinquant’anni di piazza Fontana” di Enrico Deaglio (ed. Fuochi-Feltrinelli) che dialogherà con Vittorio Rapetti.
Interverranno:
Massimo Branda, Ornella Domanda, Elena Capra, Lella Rosso, Enrico Salsi, Maria Cristina Capra, Valentina Petrini, Marta Araldo, Claudio Riccabone, Romano Terzano, Annamaria Tosti.

Sulla copertina del libro, si legge: 12 dicembre 1969 – 12 dicembre 2019
“La bomba compie mezzo secolo. Non ha mai smesso di cambiare l’Italia, quasi fosse una massa incandescente nel sottosuolo, che continua a bruciare”.
 
———–
 
Ricomincia a Cortemilia Saper leggere e scrivere
 

La rassegna, arrivata alla sesta edizione e sempre ospitata nei locali della biblioteca comunale di Cortemilia dedicata a Michele Ferrero, propone una serie d’incontri di carattere divulgativo dedicati alla declinazione più ampia dei verbi leggere e scrivere.

«Un incontro al mese per continuare ad allenare la necessaria sensibilità, la meravigliosa curiosità nei confronti delle storie che sono custodite nei luoghi e nei libri», dicono le curatrici del progetto Donatella Murtas e Roberta Cenci.

I temi proposti quest’anno spaziano dalla musica all’astronomia, dal teatro all’attualità, coinvolgendo relatori importanti.

Leggere il paesaggio di Pianpicollo è il titolo del primo incontro, in programma venerdì 25 ottobre, alle 18, con ospiti Attila Faravelli e Alice Benessia, che racconteranno l’esperienza Semi di suono, nata e sviluppata a Pianpicollo di Levice, e presenteranno gli Aural Tools, oggetti musicali di facile utilizzo.

L’ingresso è gratuito e come nelle passate edizioni gli incontri sono pensati per gli adulti, ma coinvolgono i ragazzi, che avranno a disposizione un apposito spazio in biblioteca.

La rassegna è promossa dal Comune di Cortemilia, in collaborazione con l’Istituto comprensivo Cortemilia–Saliceto e la biblioteca civica di Alba, con il sostegno della Banca d’Alba e la sponsorizzazione della Brovind, della pasticceria Canobbio e di Cascina Barroero.

———–