>> Vinchio: 16^ Rievocazione storica della vittoria sui saraceni e 36^ Sagra dell’asparago

La 16^ “Rievocazione storica della vittoria di Aleramo sui saraceni”e la 36^ “Sagra dell’asparago saraceno” si svolgeranno a Vinchio (tra Langhe e Monferrato, a sud di Asti, a circa 7 km. da Nizza Monferrato) sabato 5 e domenica 6 maggio..

Parteciperanno alla manifestazione: “l’Ordine di San Michele”, l’Arsenale delle Apparizioni con animazioni, il teatro dei burattini di Vincenzo Tartaglino, i trampolieri e mangiafuoco Familupis, i tamburini del Gruppo “Alfieri dell’Astesana”.

Sabato 5 maggio si svolgerà la rievocazione della vittoria di Aleramo, Conte d’Acqui, sui Saraceni e la festa del popolo per la scacciata del nemico. Nel 935 a Vinchio il capostipite dei Marchesi del Monferrato, alla guida dei suoi soldati e dei Vinchiesi, sconfisse i Saraceni ai piedi dell’omonimo bricco.

Dalle ore 19, il centro storico del paese verrà aperto al pubblico, libero di aggirarsi in taverne, cantine e osterie ambientate in epoca medioevale, dove verranno distribuiti i vini della Cantina Sociale di Vinchio – Vaglio Serra ed i piatti tipici locali preparati dalle Pro-loco d’Incisa Scapaccino, Castelnuovo Belbo, Vinchio, Vigliano d’Asti, Agliano Terme, Vaglio Serra, Santa Caterina di Rocca d’Arazzo, Cortiglione, Nizza Monferrato, Mombercelli, Azzano d’Asti, dal Comitato per Noche, dall’Agriturismo San Michele, dal Gruppo Alpini e dall’Ostello Mare Verde.

Durante la serata il pubblico sarà coinvolto in un percorso di azioni teatrali e duelli d’arme che culmineranno nella rappresentazione della cacciata del Saraceno.

Il percorso sarà suddiviso nel borgo medioevale del popolo vinchiese, difeso e presidiato dagli aleramici, e nella zona oltre le mura, con la minaccia degli invasori saraceni e il bosco delle streghe. I predoni nel loro accampamento, tra musica arabeggiante e atmosfere notturne al chiaro di bracieri, rapiranno le donzelle imprudenti tendendo agguati al pubblico e tentando incursioni nella zona aleramica.

Dalle ore 20.30 nel borgo medioevale tra animazioni, antichi mestieri e scene di vita popolare, si aggirerà Aleramo (interpretato anche quest’anno da Pierluigi Berta) con al fianco Alasia e la sua ronda armata, il popolo e gli Aleramici che si apprestano a dar battaglia. I Saraceni, oltre le mura, si mobiliteranno arruolando tra le loro file nuovi “infedeli” in vista dello scontro, cercando di far breccia con incursioni che culmineranno in suggestivi duelli d’arme. I commedianti dell’arte intratterranno il pubblico rappresentando farse.

Dalle 23.00 lungo le strade del centro storico Aleramo e la sua ronda armata salgono verso Piazza San Marco radunando il popolo e gli Aleramici, apprestandosi a dar battaglia agli invasori.

Alle ore 23,30 in piazza San Marco l’incursione dei saraceni guidati dal loro condottiero: infurierà un grande e suggestivo scontro d’arme tra i guerrieri delle due fazioni che culminerà nel processo e cacciata degli invasori.  A seguire i festeggiamenti del popolo per la vittoria con i teatranti, i tamburini, i trampolieri ed i mangiafuoco.

 Funzionerà servizio bus navetta gratuito con partenza in Loc. S. Pancrazio – Campo sportivo (per coloro che provengono da Nizza Monf.) ed in Loc. Pontetto di Mombercelli (per coloro che provengono da Asti)

Domenica 6 maggio verrà interamente dedicata alla sagra del prelibato “asparago saraceno” di Vinchio che ha ottenuto la qualifica di P.A.T. (Prodotto Agroalimentare Tradizionale) ed è un prodotto di nicchia, coltivato da una quindicina di agricoltori sulle pendici sabbiose delle colline di Vinchio, che grazie alle particolari caratteristiche del terreno è unico per sapore e qualità organolettiche. Sul Bricco dei Saraceni (nella zona nel 935 si svolse una cruenta battaglia tra gli invasori berberi e le truppe Aleramiche, di cui si svolge la rievocazione nella serata di sabato 5 maggio) se ne produce in maggiore quantità.

La domenica si apre con un mercatino in piazza San Marco, dove si degustano e si acquistano vini, asparagi e altri prodotti tipici. Dopo un intrattenimento musicale, idurante un grande pranzo preparato dalle cuoche della Pro Loco di Vinchio saranno serviti i prelibati “Asparagi del Saraceno” accompagnati dai rinomati vini della Cantina Sociale Vinchio-Vaglio Serra.Ed inoltre: frittelle di asparagi, carne cruda alla monferrina, asparagi in bellavista, delicatezza campagnola, tajarin e fase’, risotto agli asparagi, arrosto in casseruola con asparagi al burro, dolce della festa, caffè (prezzo euro 30 – per prenotazioni 331/34.48.646).

, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *