>> Nell’Astigiano 5 mila 597 firme in difesa dell’acqua pubblica

Giancarlo Scarrone, presidente dell’Associazione Valle Belbo, ci ha inviato un breve aggiornamento sui risultati relativi alle raccolte firme recentemente effettuate per la difesa dell’acqua pubblica.

Risultati straordinari: 5.597 firme nell’astigiano, oltre 110.000 in Piemonte, superato 1.400.000 a livello nazionale.

Lunedì 19 luglio, a Roma, avverrà la consegna in Corte di Cassazione dei moduli con grande festa di piazza.

Il risultato astigiano è davvero un gran bel messaggio di ottimismo.

“A fine campagna, – conclude Scarrone – rivolgiamo un ringraziamento particolare a tutti voi che, con entusiasmo e determinazione, avete condiviso assieme a me la raccolta di migliaia di firme dal 25 aprile scorso in decine di piazze, mercati, sagre; alle decine di consiglieri e funzionari comunali e provinciali che, con alto senso della democrazia, hanno presenziato ai banchetti per l’autenticazione delle firme, in particolare un doveroso abbraccio va a Vincenzo Calvo, Valentina Cerigo e Giovanni Pensabene “iperpresenti” e disponibili alle mille iniziative messe in atto dal nostro Comitato. Un ringraziamento anche alle Amministrazioni Locali che hanno favorito la raccolta e la certificazione delle firme presso i propri uffici comunali, contribuendo al raggiungimento di questo importante risultato e, in particolare, ai funzionari dell’anagrafe del Comune di Asti che, a più riprese, sono stati “inondati” dalle nostre richieste di certificati e che con grande pazienza ci hanno perfettamente supportati. E a tutti i 5.597 cittadini che, firmando la richiesta di referendum, hanno detto che ‘cambiare si può’…

Sabato 2 ottobre è la data indicata per la nostra ‘festa’. L’idea è di tenerla in un parco cittadino ad Asti (si pensava a Rio Crosio) e dato che lo spettacolo della compagnia Interezza verterà sul tema della difesa dell’acqua pubblica e dei Beni Comuni, potrà essere l’occasione per unire ‘battaglie’.

Si pensava ad un programma di questo tipo: dalle ore 15 incontro tra Comitati, Associazioni e Gruppi sul tema della difesa delle aree verdi (partendo da quanto accade ad Asti città) e poi spaziare su consumo di suolo/territorio e gestione dell’acqua pubblica. Ore 18 spettacolo, a seguire rinfresco. Cosa ne pensate? Altre proposte?”

 

, ,