>> Lusinghiero bilancio di fine anno dell’Unitre che raddoppia gli iscritti

L’anno accademico dell’Università della Terza Età di Nizza-Canelli si è concluso con la conferenza del prof. Maurizio Viroli che, sabato 21 maggio, a Nizza, nella sala Congressi della Bersano ha intrattenuto il numeroso pubblico parlando sul tema: “La libertà dei servi e la libertà dei cittadini”.

E’ stato un anno che ha visto crescere gli iscritti che ora ammontano complessivamente a 387 di cui: 130 a Canelli, 112 a Nizza, 31 a Calamandrana, 40 a Montegrosso e 16 a San Marzano Oliveto e 58 provenienti dai paesi della zona. Il bilancio delle attività svolte è stato lusinghiero con piena soddisfazione degli studenti e degli organizzatori.

I corsi tenuti ogni lunedì pomeriggio a Nizza, ogni giovedì pomeriggio a Canelli, ogni giovedì sera a Calamandrana, ogni giovedì pomeriggio a Montegrosso e ogni lunedì sera a San Marzano si sono svolti dal mese di ottobre fino alla fine di aprile con ben 87 incontri con docenti che hanno trattato argomenti di storia, di letteratura, di arte, di ambiente, di legge, di cucina e di viaggi.

Per il 150° anniversario della proclamazione dell’ unità d’ Italia si sono tenute 15 lezioni nelle diverse sedi. Il 17 marzo poi è stata celebrata la festa dell’ Unità d’ Italia con una conferenza aperta alla popolazione alla quale ha partecipato un folto pubblico. La relazione è stata tenuta dal prof. Giuseppe De Paolini ed a conclusione i presenti hanno cantato l’ Inno del Piave e quello di Mameli.”

Notevole successo ha avuto il laboratorio di ascolto della musica. Gli incontri sono stati 17 a Nizza ed altrettanti a Canelli e sono state proposte dal rag. Armando Forno musiche di Verdi, di Mozart, di Monteverdi, di Beethoven, di Shubert, di Puccini e di Cocciante.

In collaborazione con “ Valle Belbo pulita” è stata organizzata una serata aperta alla popolazione canellese e tenuta dal prof. Marco Devecchi, docente di Agraria presso l’Università di Torino e Presidente dell’Osservatorio del Paesaggio artigiano, che ha trattato de ” Il paesaggio della Valle Belbo: un patrimonio da conoscere e da salvaguardare”.

L’ Unitre, d’ intesa con l’associazione “ Memoria Viva”, ha contribuito ad imbandierare i balconi di Nizza, di Canelli, di Calamandrana, di Montegrosso e di San Marzano col tricolore in occasione della festa della proclamazione dell’Unità d’ Italia. Ha distribuito ai soci che ne hanno fatto richiesta 150 bandiere che sono state dalle case degli studenti.

Oltre 20 iscritti hanno partecipato al corso di informatica di base con 16 ore di laboratorio che si è svolto a Canelli, mentre il medesimo corso svolto a Nizza ha avuto 27 iscritti e quello di Calamandrana 10 iscritti..

Nella Biblioteca civica alcuni studenti appassionati della lettura si sono radunati per 4 volte ed ognuno dei partecipanti ha parlato dei libri da lui letti.

Notevole impegno ha richiesto l’organizzazione delle 9 gite sociali che sono state programmate nel corso dell’ anno accademico. I partecipanti hanno visitato il forte di Bard, il castello di Covone con la mostra di Morandi, la pinacoteca di Brera con la mostra di Dalì, Genova col museo del mare e Camogli, Torino col Palazzo Reale ed il castello di Racconigi, Rimini con San Marino e Ravenna, Venaria con la mostra “ La bella Italia”, il castello di Masino con la mostra dei fiori, Como.

Al palazzetto dello sport di Canelli si è tenuto un corso di ginnastica dolce con una ventina di iscritti, mentre a Nizza sotto la guida del prof. Bruno Lanzano alcuni studenti di appassionati di disegno hanno composto una bella serie di quadri.

Il consiglio direttivo al termine dell’anno accademico rivolge un sentito ringraziamento a tutti i 65 docenti che con impegno, con dedizione e sempre gratuitamente hanno intrattenuto gli iscritti, come pure ringrazia la Direzione del Comitato CRI di Canelli per aver messo a disposizione la sala delle conferenze. Ringrazia anche l’Amministrazione Provinciale per aver messo a disposizione degli iscritti di Nizza un’ aula presso l’ Istituto Tecnico “N. Pellati”, e le ammnistrazioni di Calamandrana e di San Marzano pure per i locali

A tutti gli iscritti, che con la loro assidua frequenza hanno dato vita all’associazione, un sincero ringraziamento ed un cordiale arrivederci ad ottobre con l’inizio del 28° anno accademico dell’Università della Terza età di Canelli.