>>L’ed. 2011 di Verdeterra “Di fiume e di mare”, dalle acque del Tanaro ai resti fossili

L’ottava edizione di Verdeterra (dal 2 giugno al 2 ottobre 2011) aggiunge un elemento naturale (l’acqua) a quello centrale (la terra) intorno al quale sono ruotate le iniziative delle varie edizioni. Di fiume e di mare è dunque il titolo dell’edizione 2011 della rassegna, che guarderà al tema dell’acqua indagando nel proprio presente (di fiume: riflessioni sulla condizione del Tanaro, il più importante corso d’acqua dell’Astigiano) e nel proprio passato (di mare: l’eredità paleontologica, con i preziosi resti fossili, testimonianza di quando, circa 3 milioni e mezzo di anni fa, le nostre terre erano occupate dalle acque di quello che è oggi l’Adriatico).

Ma soprattutto, fedele alla tradizione di lasciare tracce concrete sul territorio, Verdeterra avvierà un progetto ambizioso: la raccolta di oggetti, attrezzi, documenti, testimonianze, fotografie, video, ecc. capaci di evidenziare lo stretto rapporto tra l’uomo e il Tanaro.

La campagna di sensibilizzazione Memorie d’acqua sarà infatti finalizzata alla ricerca e donazione di materiali del Tanaro: da quelli della vita quotidiana – fino agli Anni Sessanta del secolo scorso -,  legati ad attività come la pesca, le escavazioni, la presenza delle lavandaie, a quelli degli ultimi decenni, come gli audiovisivi realizzati in occasione dell’alluvione del 1994. Si tratta di materiali (soprattutto quelli riferiti alla vita lungo il fiume nel Novecento) che rischiano di andare perduti in coincidenza con la scomparsa degli ultimi storici pescatori del Tanaro.
Chiunque volesse donare materiali legati al fiume potrà farlo mettendosi in contatto con Comunica: 338.6678565, comunicaposta@libero.it

Parallelamente sarà avviata una raccolta di testimonianze tra i pescatori di frodo ancora viventi, andando ad arricchire i lavori editoriali sul fiume e il suo contesto sociale già realizzati nell’Astigiano.
Per richiamare l’attenzione su Memorie d’acqua, Verdeterra, da giugno fino all’autunno, proporrà un ventaglio di iniziative che, con tratti anche originali, ruoteranno intorno ai due aspetti che danno il titolo all’edizione 2011: la presenza del Tanaro, come elemento non solo naturale ma anche affettivo ed economico per la comunità astigiana, e il patrimonio fossilifero destinato proprio quest’anno a essere valorizzato con l’apertura della prima sezione del nuovo Museo Paleontologico di Asti ricavato nello storico Palazzo del Michelerio.

Il programma:

Giovedi 2 giugno
Vigliano, centro sportivo Conti, via Boglietto
ore 18,30 Scopritori di balene e delfini in terra astigiana
Conversazione con alcuni protagonisti dei ritrovamenti fossili ad Asti, Chiusano, Vigliano
Con Giovanni Viarengo, Piero Damarco, Beppe Maschio
Conduce Gianfranco Miroglio
Ingresso libero

Domenica 12 giugno
Vigliano e Cortiglione
ore 15 Viaggio nella storia: dalla balenottera di Vigliano al geosito paleontologico di Cortiglione
Visita guidata a cura della cooperativa La Pervinca
Partecipazione gratuita ma limitata ai primi 30 iscritti
Prenotazione obbligatoria: 0141.1765082

Sabato 18 giugno
Asti, frazione Variglie
ore 18 Di corsa lungo il Tanaro 
Training non competitivo, dalla collina alla sponda del fiume, in collaborazione con il Circolo Crasl 19 e l’Associazione I.D.E.A.
ore 20,30 cena nella sede della Pro Loco
Nel menù anche pesci di fiume: quota di partecipazione 20 euro, vini compresi
Prenotazione obbligatoria entro il 14 giugno:
348.3642949/349.6636416/335.8373613 
Ore 21 osservazione della volta celeste con i telescopi di Beta Andromedae
ore 21,30 concerto della Compagnia di musicant
Ingresso libero
I proventi della manifestazione andranno a sostenere l’Associazione I.D.E.A., impegnata in Uganda in un progetto di miglioramento della diagnosi e terapia dell’Hiv/Aids

Sabato 3 settembre
Chiusano, Giardino dei poeti (ingresso paese)
ore 17 Tra gli alberi nel grembo del mare
Conversazione con Gianni Valente, autore del libro Dall’arca di Noè a Moby Dick (Blu Edizioni)
Conduce Marisa Varvello
In apertura dell’incontro: presentazione delle nuove essenze collocate nel Giardino dei poeti realizzato nell’ambito di Verdeterra 2010
Ingresso libero

Domenica 4 settembre
Asti, Palazzo del Michelerio, corso Alfieri 381
ore 16 Il museo immaginato
Visita guidata al cantiere del futuro Museo Paleontologico di Asti
Conducono Piergiorgio Pascolati, Piero Damarco e Gianfranco Miroglio
Partecipazione gratuita, ma limitata ai primi 30 iscritti
Prenotazione obbligatoria: 0141.1765082

Sabato 24 settembre – sabato 1° ottobre
Asti, Fondazione Eugenio Guglielminetti, corso Alfieri 375
ore 16 Fuori dalle Mura Astesi, lungo gli argini del Tanaro, al plenilunio…
Le fantastiche visioni di Cleria, Clamara e Clamenia
Dipinti, collages, pagine litografiche e racconti parlati di Eugenio Guglielminetti
A cura di Marida Faussone e Laura Nosenzo
Ingresso libero. Orario: giovedì, venerdì, sabato dalle 16 alle 18 

Venerdi 30 settembre – domenica 2 ottobre
Isola d’Asti, Castello di Villa
ore 17 Espressioni del contemporaneo
Interventi di artisti piemontesi su pietre del Tanaro
A cura di Clizia Orlando 
Ingresso libero. Orario: venerdì, sabato, domenica 10-17

, ,