>> Langa, quasi 140 chilometri di sentieri che saranno di nuovo percorribili

Nell’antica terra della Via del Sale, sono iniziati i lavori per un ‘circuito’ di quasi 140 chilometri. Rivivranno antiche mulattiere che un tempo erano percorse a dorso di mulo dai mercanti di acciughe e di sale che dalla Liguria salivano fino alle terre di Langa. Cinque anelli di sentieri immersi nel verde per cui si spenderanno oltre 170mila euro.

L’appalto è affidato alla ditta Remo Grea di Loazzolo. Il primo ‘anello’ passerà nei Comuni di Cassinasco, Bubbio, Monastero e Sessame. Il secondo toccherà Monastero, Bubbio, Loazzolo, Cessole, Vesime. Il terzo è quello delle ‘Cinque torri’ (Monastero, San Giorgio Scarampi, Olmo Gentile, e Roccaverano). Il quarto insiste su Roccaverano, Olmo Gentile, Serole e Mombaldone. Il quinto interesserà Castel Boglione, Rocchetta Palafea, Montabone e Castel Rocchero.

“L’intervento – spiega il presidente della Comunità montana Sergio Primosig – fa recuperare quasi tutti i sentieri sui quali per secoli ha camminato la gente di Langa. Molti erano in cattivo stato, per cui siamo stati costretti ad utilizzare le mappe militari”.

Lungo i percorsi si troveranno aree di sosta con fontanelle, panchine, tavoli e sono stati recuperati piloni votivi. Il progetto è stato finanziato dalla Regione che ha utilizzato i fondi comunitari.

, , ,