>> Inaugurata la Casa della Salute a Canelli

Alle 10,45 di sabato 10 luglio, a cura dell’Asl At e del Comune di Canelli, in via Solferino, nell’ex ospedale, è stata inaugurata, la Casa della salute. Una piccola, bella parte di quanto i canellesi hanno bisogno e si meritano.

 

 Tra gli altri, vi hanno preso parte il  direttore generale Asl 19, Luigi Robino, il sindaco Marco Gabusi, l’assessore regionale Giovanna Quaglia, l’On. Massimo Fiorio,  il consigliere regionale Angela Motta, il consigliere regionale Rosanna Motta, l’ex assessore regionale alla Sanità Eleonora Artesio, Mariangela Cotto, numerosi amministratori dell’Astigiano, autorità, operatori socio-sanitari, volontari. Non c’era il presidente della Provincia On.

Maria Teresa Armosino, che però era rappresentata dal consigliere provinciale delegato all’Unesco, Annalisa Conti. La struttura, aperta alle visite fin dalle 9.30, è stata benedetta dal Vescovo diocesano mons. Pier Giorgio Micchiardi.

“Una medicina del territorio che funziona fa lavorare meglio anche l’ospedale – ha detto Luigi Robino, direttore generale dell’Azienda sanitaria, nel suo intervento – Le Case della salute operano per trovare risposte giuste e tempestive a chi, pur essendo malato, non ha bisogno dell’ospedale”.

Costruita (700 mq) in un anno e mezzo con tecniche per il risparmio energetico all’avanguardia (geotermica e fotovoltaico) dal Gruppo SAE di Torino,  è costata due milioni di euro con fondi Asl e  regionali. Dall’ampia ed accogliente sala d’attesa sarà facile accedere ai tre uffici  e agli 11 ambulatori. 

I lavori, partiti nella primavera del 2009, hanno dovuto superare almeno tre serie di difficoltà:  il sopraelevamento del piano per  le infiltrazioni di acqua; il cambiamento del sistema di riscaldamento e raffreddamento con 19 pompe geotermiche con tubi a 125 metri di profondità; la ristrutturazione del vecchio complesso  (della fine anni 1890) soggetto alle regole della Sovrintendenza.

I Medici. Da lunedì 12 luglio i medici di famiglia (Giuseppe Trotta, Antonio Alberti, Pietro Martini, Giovanni Biscaldi, Fulvio Mossino, Giovanni Pistone (pediatra di libera scelta), riuniti nel Gruppo di cure primarie, saranno operativi. Nella Casa della salute i medici assicureranno anche l’ecografia di primo livello con possibilità di teleconsulto con l’ospedale Cardinal Massaia.

Ambulatori e servizi. Dal 14 luglio nella struttura di via Solferino funzioneranno  il Centro prelievi con accesso a tempo zero, il Cup (prenotazioni visite ed esami), l’ambulatorio Alzheimer e quello medico orientato, il consultorio pediatrico, i servizi amministrativi (scelta e revoca del medico, esenzioni ticket, ecc.).

Su prenotazione saranno garantite le attività specialistiche di cardiologia, chirurgia, dermatologia, diabetologia, ginecologia, oculistica e ortopedia. Tra gli altri servizi attivi: medicina legale, salute mentale, vaccinazioni.
Utenza.

Il bacino d’utenza è costituito dalla popolazione di Canelli, Calosso, Cassinasco e Rocchetta Palafea.

I servizi futuri. In seguito, la Casa della salute, nella porzione dell’ex ospedale di Canelli, sarà aperta, a nuovi servizi: consultorio familiare, mammografia, guardia medica, 118 medicalizzato, ambulatorio di Unità valutazione geriatrica, uffici di direzione Distretto Asti Sud, Cisa sud (sportello unico socio sanitario).

, ,