GIORNATA MEMORIA

Giornata della Memoria, dal 7 febbraio all’8 marzo

Volutamente inserito negli eventi per la Giornata della Memoria, dal 7 febbraio all’8 marzo si terrà ad Asti il corso di aggiornamento “Il Medio Oriente a settant’anni dalla nascita dello Stato di Israele (1948-2018)”. Il ciclo di incontri è rivolto agli insegnanti e aperto alla cittadinanza.

Promotori: Israt, associazioni Disvi e Libera, Consiglio Regionale del Piemonte, Comitato Resistenza e Costituzione.

In programma tre lezioni (relatori i professori Edoardo Angelino e Rosita Di Peri) che tracceranno la storia di Israele e si soffermeranno sui nuovi equilibri geopolitici in Medio Oriente e Nord Africa. Ulteriori info: 0141.354835 (Israt).

———

Giorno del Ricordo

Ricco il ventaglio delle iniziative proposte dal Comitato 10 Febbraio provinciale di Alessandria in occasione del Giorno del Ricordo dei martiri delle foibe e degli esuli di Istria, Fiume e Dalmazia.
Spiccano, grazie alla sensibilità dimostrata dalle amministrazioni comunali di Alessandria e Acqui Terme, due incontri con Lorenzo Salimbeni, giornalista pubblicista, analista geopolitico e saggista storico. Salimbeni, che collabora con istituti di ricerca (Centro Studi Eurasia-Mediterraneo, Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, Coordinamento Adriatico), associazioni patriottiche e degli esuli istriani, fiumani e dalmati (Lega Nazionale, Comitato 10 Febbraio, Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, FederEsuli), che presenterà il suo libro “Sul ciglio della foiba – Storie e vicende dell’italianità”.

Gli incontri si svolgeranno mercoledì 7 febbraio alle ore 18 ad Acqui Terme (a Palazzo Robellini – presenterà il libro Carlo Prosperi) e giovedì 8 febbraio alle ore 10 ad Alessandria (nella Sala del Consiglio del Palazzo Comunale).

Ma le iniziative messe in campo dal Comitato 10 febbraio non finiscono qui. Dal 7 febbraio sarà infatti in edicola e dal 10 in tutte le librerie e gli store online “Foiba Rossa. Norma Cossetto: storia di un’Italiana” di Emanuele Merlino e Beniamino Delvecchio, un fumetto che non racconta soltanto una storia terribile ma anche e soprattutto la storia d’amore di una ragazza come tante, meglio di tante, per la terra in cui era nata. Un lavoro che deve tutto alle associazioni degli esuli che hanno mantenuto il ricordo quando nessuno ascoltava.
E che deve altrettanto all’impegno sempre volontario del Comitato 10 Febbraio.

E infine, per sensibilizzare l’opinione pubblica su questi tragici fatti che fanno parte del patrimonio della storia d’Italia, anche quest’anno il Comitato 10 Febbraio invita coloro i quali abbiano un profilo sul social network Facebook o su Whatsapp ad aderire all’iniziativa “Un fiocco per il Ricordo”: gli utenti di Facebook e Whatsapp sono invitati a sostituire la propria immagine profilo con il “fiocco tricolore”, simbolo di questa giornata.

“Quanti più fiocchi compariranno per ricordare, tanto più saranno le persone che vorranno informarsi sulla tragedia che migliaia di italiani hanno vissuto in quei giorni.” – conclude Claudio Bonante – “Si tratta di un gesto semplice, che non costa nulla, ma dal valore simbolico altissimo. Chi volesse richiedere l’immagine da inserire nel profilo potrà farlo inviando una mail a comitato10febbraio.proval@gmail.com.”

Ricordiamo che il Comitato 10 Febbraio, sorto successivamente alla promulgazione della Legge 92 del 30 marzo 2004 istitutiva del Giorno del Ricordo, raccoglie soprattutto cittadini italiani che, pur senza avere un legame diretto o famigliare con le tragedie delle Foibe e dell’Esodo giuliano-dalmata, si accostano con particolare sensibilità a queste pagine di storia patria.
Il 10 febbraio è il giorno in cui, nel 1947, fu firmato il trattato di pace che assegnava alla Jugoslavia l’Istria e la maggior parte della Venezia Giulia.
Il sito internet è consultabile all’indirizzo www.10febbraio.it ed è stata anche allestita la pagina Facebook “Comitato 10 Febbraio – Provincia di Alessandria”.
Il tesseramento, attualmente aperto, è rivolto a chi, condividendo i valori e gli ideali che ispirano il Comitato, voglia aderire portando il proprio contributo. La tessera ha un costo di 10 euro.