Due personaggi dello sport alla Fiera Regionale del Tartufo e all’Antica Fiera di San Martino

FIERA DEL TARTUFO 2012

La Fiera Regionale del Tartufo e la Fiera di San Martino di Canelli, si svolgerà, domenica 10 novembre, tra i Paesaggi candidati a patrimonio dell’Umanità-Unesco, dove il gusto incontra il territorio. Tradizione, gastronomia, i grandi vini per un grande weekend.

Canelli, “Il posto delle Trifole”: scoprire il magico mondo dei “trifolao”, i loro “tabui” e le “tartufaie” sarà un’impresa esaltante. A Canelli il tartufo è sempre stato chiamato “trifola” e l’unicità di quelle trovate nel territorio sta soprattutto nel suo profumo e nella sua capacità di esaltare particolari piatti della nostra tradizione. Tra aromi e sapori, sarà anche l’occasione di tuffarsi nelle “cattedrali sotterranee”, le cantine storiche, dove riposano e invecchiano gli spumanti metodo classico, candidate, con le colline del Moscato, a patrimonio dell’Umanità-Unesco.
L’inaugurazione della fiera avrà luogo sabato 9 ottobre, alle 17.30, in piazza Cavour con l’accensione del pino monumentale “del Volontariato” offerto dalla Circoscrizione del Bondone e dall’Azienda Forestale Trento Sopramonte.

L’Antica Fiera di San Martino, già citata negli Statuti Medioevali canellesi, inizierà domenica 10 ottobre, alle ore 8, con oltre 200 bancarelle di prodotti tipici del Piemonte che animeranno il centro storico, per tutta la giornata.
La Fiera Regionale del Tartufo, aprirà i battenti, nell’area della stazione, alle ore 8, con l’ esposizione e vendita di tartufi, bancarelle enogastronomiche, stand degustazione e vendita di vini dei produttori dell’Enoteca Regionale di Canelli e dell’Astesana. 

Dalle ore 10, a Casa Gancia, il clou della manifestazione con la mostra-concorso del Tartufo Bianco di Canelli e dell’Astesana.
Al termine, nei ristoranti della zona,  pranzo a base di tartufi dove la “grattatina” è d’obbligo. I ‘Tabui’. Ovviamente, sarà possibile conoscere il mondo dei numerosi cagnolini, ancor meglio se di razza “bastardina”, i “tabui”. Sono loro a scovare il prodotto di Terra d’Astesana, non “importato, tutto nostrano”, dicono dal Comune, ente organizzatore in collaborazione con l’Associazione Trifolau Canellesi.

La Fiera Regionale del Tartufo e l’Antica Fiera di San Martino vanno, quest’anno, a braccetto con lo sport. Saranno, infatti, due sportivi i testimonial della carovana del “re” bianco d’Alba e d’Astesana che, domenica 10 novembre, farà tappa a Canelli. Gigi Delneri, allenatore di calcio, e Giorgio Rocca, ex sciatore, terranno a battesimo l’happening che invaderà la Capitale del Moscato e dello Spumante tra “diamanti grigi”, le bancarelle della fiera e i prodotti dell’enogastronomia locale. Il tutto sotto l’egida della candidatura a Patrimonio dell’Umanità-Unesco, con la visita alle “cattedrali sotterranee”, i templi secolari del vino con l’apertura delle quattro cantine storiche.

Gigi DelneriEx centrocampista di Foggia, Udinese e Sampdoria Gigi Delneri, friulano, inizia la sua carriera di allenatore in C2, a Teramo. Passa, poi, al Ravenna, Novara, Nocerina dove si impone come coach vincente, mietendo successi uno dopo l’altro. Nel 1996 gli viene affidata la Ternana che conduce dalla C2 alla serie B in tre anni. Nel 2000 Delneri viene ingaggiato dal ChievoVerona, con cui ottiene subito la promozione in serie A, portando il club veneto ai vertici del massimo campionato. Tra il 2004 e il 2005 allena Roma e Palermo, nel 2006 è nuovamente al ChievoVerona per poi approdare all’Atalanta nel campionato 2007-2008. Nel 2009 è alla Sampdoria, che guiderà al quarto posto in classifica portando la squadra, per la prima volta nella storia della società, in Champions League. Il resto è storia recente. Nel 2010-1011 è alla Juventus, nella quale avvierà il piano di ricostruzione, per poi lasciare la società a dine campionato ed approdare, nel 2012, al Genoa.

Giorgio Rocca

Giorgio Rocca esordisce in Coppa del Mondo nel 1996, a Flachau. Dopo aver vinto undici gare nel 2002, ai Mondiali del 2003 a St. Moritz vince la medaglia di bronzo in slalom; nel 2005 sulla pista Stelvio conquista il bronzo nella combinata e nello slalom speciale Nella stagione 2005-2006 esordisce con cinque vittorie in Coppa su altrettante gare di slalom speciale. Nella cerimonia di apertura dei Giochi olimpici di Torino 2006 pronuncia il giuramento a nome di tutti gli atleti. Due settimane più tardi Rocca, grande favorito nella gara olimpica di slalom speciale, non riesce ad imporsi per una caduta in pista: concluderà la stagione conquistando la Coppa del Mondo di slalom speciale. Nel 2007 sale due volte sul podio, ma i guai fisici gli impediscono di primeggiare. Nel 2010 il ritiro ufficiale dalle competizioni.

PROGRAMMA DELLA FIERA

Si parte sabato 9 novembre con l’anteprima dell’accensione dell’Albero di Natale offerto dalla Circoscrizione del Bondone e dall’Azienda Forestale Trento Sopramonte, con mercatino tipico, consolidando così un legame tra Trentino e Canelli iniziato nei giorni dell’alluvione del 1994.

Domenica 10 novembre il clou della manifestazione.
Dalle 8, nel centro storico cittadino, prende il via l’Antica Fiera di San Martino, con oltre 150 bancarelle, mentre in corso Libertà e nell’area della stazione ferroviaria scatta la Fiera regionale del Tartufo con esposizione e vendita di tartufi e mercatino di prodotti enogastronomici del territorio. Alle 10, alle cantine di Casa Gancia Mostra concorso del tartufo bianco, con esposizione dei migliori pezzi di “trifola” raccolta nel territorio d’Astesana. Premi a “trifolao”, commercianti e ristoratori. Dalle ore 10,30 esibizione della banda musicale “Città di Canelli” diretta dal maestro Cristiano Tibaldi, mostra di pittura a favore degli “Amici Vigili del Fuoco” in ricordo di Devis Marenco a cura dell’Associazione Amici della Pittura di Nizza Monferrato.

Dalle 13, nei ristoranti del canellese pranzo a base di tartufi. Hanno aderito all0iniziativa i ristoranti Agriturismo Cascina Bo – Regione Castellazzi, 26 – tel. +39.0141.832280; +39.347.2583863; +39.347.2401940: Agriturismo I Tre Poggi – Regione Merlini, 22 – tel. +39.0141.822548: Osteria della Sternia – Via Villanuova, 4/6 – tel. +39.0141.824963: Osteria Scacciapensieri – Via G. B. Giuliani, 10 – tel. +39.0141.823532: Ristorante C’era una volta – Regione Serramasio, 30 tel. +39.0141.824392: Ristorante dell’Enoteca Regionale di Canelli e dell’Astesana Corso Libertà, 65/a – tel. +39.0141.832182: Ristorante Grappolo d’Oro – Viale Risorgimento 59/61 tel. +39.0141.823812: Ristorante San Marco – Via Alba 136 – tel. +39.0141.823544.

Nel centro cittadino, “Gastronomia, tartufi & volontariato”: stand di degustazione in piazza Cavour: con la farinata cotta nei tradizionali forni a legna e degustazione di vini tipici locali dell’Associazione Turistica Pro Loco Città di Canelli, trippa in umido, ceci e costine, vino, a cura dell’associazione Pro Loco Antico Borgo Villanuova di Canelli mentre in corso Libertà, zona stazione FS, polenta e salsiccia e “friciule” con lardo a cura dell’Associazione S.P.I.L. onlus, Tajarin al tartufo, maltagliati con funghi e salciccia, polenta arrostita con gorgonzola e fonduta, frittelle di mele a cura dell’Associazione Rione Santa Caterina del Palio di Asti.

Ci saranno anche le “dolci trifole” di Canelli proposte dalle pasticcerie Artigiana di piazza Gancia, 11, Bosca in piazza A. Aosta, 3, Gioacchino in via Solferino, 15, Giovine & Giovine di viale Italia, 146/148 e Pistone in viale Risorgimento 162.

Abbinata alla visite alle Cantine storiche Bosca, Contratto, Coppo e Gancia ci sarà la Giornata Europea dell’Enoturismo.

Le “Cattedrali sotterranee” saranno visitabili secondo il seguente orario:
Casa Bosca, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30, Tel. +39 335 7996811:
Casa Contratto, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 16,30, Tel. +39 0141 823349
Casa Coppo, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18; visite alle ore 11, 14,30 e 16,30, Tel. +39 0141 823146
Casa Gancia, visite alle 10, 11 e 12, il pomeriggio alle 14, 15,16 e 17. Tel. +39 0141 830253 – +39 0141 830262.

, , ,

Lascia un commento