Due famosi sportivi testimonial della Fiera del Tartufo di Canelli

DelneriRocca GiorgioSaranno due famosi sportivi Gigi Delneri, allenatore di calcio e Giorgio Rocca, ex sciatore, i testimonial della antica Fiera di San Martino e della Fiera regionale del tartufo bianco d’Astesana che, domenica 10 novembre, si svolgerà a Canelli tra le oltre 150 bancarelle e l’enogastronomia locale. Il tutto sotto l’egida della candidatura a Patrimonio dell’Umanità-Unesco, con la visita alle quattro storiche “cattedrali sotterranee”.

Il programma della Fiera

Si parte, sabato 9 novembre, alle ore 17, con l’anteprima dell’accensione dell’Albero di Natale offerto dalla Circoscrizione del Bondone e dall’Azienda Forestale Trento Sopramonte, con mercatino tipico, consolidando così un legame tra Trentino e Canelli iniziato nei giorni dell’alluvione del 1994. Si proseguirà, alle ore 18, con l’incontro, nel salone della CrAt con Gigi Delneri, sui segreti del calcio, per concludere la serata al Balbo, ore 21 con il ‘Cantartufo, di Bongi&Remo.

Domenica 10 novembre, dalle ore 8, nel centro storico cittadino, prende il via l’Antica Fiera di San Martino, con oltre 150 bancarelle, mentre, in corso Libertà e nell’area della stazione ferroviaria, scatta la Fiera regionale del Tartufo con esposizione e vendita di tartufi e mercatino di prodotti enogastronomici del territorio.
Alle 10, alle cantine di Casa Gancia “Mostra concorso del tartufo bianco”, con esposizione dei migliori pezzi di “trifola” raccolta nel territorio d’Astesana. Premi a “trifolao”, commercianti e ristoratori. Dalle ore 10,30 esibizione della banda musicale “Città di Canelli” diretta dal maestro Cristiano Tibaldi; mostra di pittura a favore degli “Amici Vigili del Fuoco”, in ricordo di Devis Marenco.
Dalle 13, nei ristoranti del canellese pranzo a base di tartufi. Hanno aderito all’iniziativa i ristoranti Agriturismo Cascina Bo, Regione Castellazzi, 26 – 0141.832280; Agriturismo I Tre Poggi, reg. Merlini 22 – 0141.822548; Osteria della Sternia, via Villanuova – 0141.824963; Osteria Scacciapensieri, via G. B. Giuliani – 0141.823532; ristorante C’era una volta, reg. Serramasio 0141.824392; ristorante Enoteca regionale di Canelli e dell’Astesana, corso Libertà 0141.832182; ristorante Grappolo d’Oro, viale Risorgimento – 0141.823812; ristorante San Marco, via Alba – 0141.823544.

Nel centro cittadino, “Gastronomia, tartufi & volontariato”; stand di degustazione in piazza Cavour: con la farinata cotta nei tradizionali forni a legna e degustazione di vini tipici locali della Pro Loco di Canelli; la trippa in umido, ceci e costine, vino, a cura della Pro Loco Antico Borgo Villanuova; in corso Libertà, zona stazione FS, polenta e salsiccia e “friciule” con lardo a cura della S.P.I.L.; tajarin al tartufo, maltagliati con funghi e salciccia, polenta arrostita con gorgonzola e fonduta, frittelle di mele a cura del ne Santa Caterina del Palio di Asti.

Ci saranno anche le “dolci trifole” di Canelli proposte dalle pasticcerie: Artigiana, in piazza Gancia; Bosca in piazza A. Aosta; Gioacchino in via Solferino; Giovine & Giovine di viale Italia, 146/148 e Pistone in viale Risorgimento, 162.
Abbinata alle visite delle Cantine storiche Bosca, Contratto, Coppo e Gancia ci sarà la Giornata Europea dell’Enoturismo.

Le “Cattedrali sotterranee” saranno visitabili secondo il seguente orario:
Casa Bosca, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18,30;
Casa Contratto, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 16,30;
Casa Coppo, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18; visite alle ore 11, 14,30 e 16,30;
Casa Gancia, visite alle 10, 11 e 12, nel pomeriggio alle 14, 15,16 e 17.

, ,

Lascia un commento