Douja d’Or e Festival delle Sagre: “Campagna Amica” al Settembre Astigiano

Come da consolidata tradizione, sempre molto apprezzata da un folto pubblico nelle passate edizioni, Coldiretti Asti, in collaborazione con Fondazione Campagna Amica, contribuirà  alla realizzazione di un grande “Settembre Astigiano”, con la partecipazione alla Douja d’Or e al Festival delle Sagre Astigiane.

La 47a edizione del salone nazionale di vini selezionati “Douja d’Or” si tiene anche quest’anno a palazzo Enofila in corso Felice Cavallotti, proprio di fronte agli uffici provinciali Coldiretti. Da venerdì 6 fino al 16 settembre si trovano in esposizione 509 vini di tutte regioni d’Italia, premiati attraverso il 41° concorso nazionale patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole e riservato ai vini Doc e Docg.

Ci sarà un’intera serata “firmata” Coldiretti, sabato 14 settembre, con le consuete degustazioni, il cui piatto principale quest’anno sarà costituito da “Risotto alla Barbera ‘Amica’” preparato dall’agriturismo “Cascina S. Nazario” di Montechiaro d’Asti e offerto con il bicchiere di vino al costo di € 5; il dolce sarà costituito da bunet alle nocciole e crostata di marmellata di frutta, preparati dall’agriturismo “MondoArancio” di Bubbio al costo di € 3.

Per la 40a edizione del Festival delle Sagre, all’anteprima di domani e per l’intera giornata di domenica, in piazza Campo del Palio, una  giuria composta da esperti gastronomi, istituita da Coldiretti Asti, prenderà in esame i piatti preparati dalle pro loco, per assegnare il premio di 1.000 euro del concorso “Garantiamo l’Origine”.

Il premio andrà alla pro loco che presenterà la completa rintracciabilità del piatto, con tutte le indicazione sull’origine e la provenienza della materia prima utilizzata. “Siamo ormai alla dodicesima edizione del concorso – sottolinea Roberto Cabiale, presidente provinciale Coldiretti – e credo di poter dire che grazie agli sforzi compiuti dalle pro loco negli anni, la qualità dei piatti presentati al Festival delle Sagre Astigiane sia sempre cresciuta. Sono sicuro che anche quest’anno potremo gustarci un grande Festival. La funzione del premio Coldiretti è anche quella di dare risalto al territorio e ai suoi prodotti di eccellenza”.

,