>> Dalla Bit Records un segnale contro la violenza alle donne

Da gennaio è in vendita su Itunes e su vari portali musicali mondiali, su etichetta senza base, prodotta dalla BIT Records di Canelli-At (via Roma 69), una canzone dell’artista transessuale Marta Melis, volto noto del mondo della televisione, conduttrice di una serie di programmi in onda sui canali Sky ed ospite di importanti trasmissioni televisive, che ha deciso di scendere in campo per le donne vittime di violenza, con il brano “Stavolta dico no“.

Con la sua canzone, Marta Melis, attualmente tra i protagonisti del reality show “Vite Spiate” www.vitespiate.com che ha come direttore artistico Lele Mora, si propone di dare sostegno concreto alle donne vittime di violenza.

Trans ventiquattrenne della provincia di Modena, Marta ha deciso di devolvere parte dei guadagni legati al brano musicale, all’associazione “Doppia difesa” di Michelle Hunziker e Giulia Bongiorno (associazione onlus che si occupa di assistenza a donne che hanno subito abusi, stalking, e quant’altro rappresenti violenza).

Il brano, racconta di una storia d’amore che si trasforma in abusi e violenze, dove la vittima decide di parlare e dire no a tutto ciò, per dare un messaggio positivo a chi in queste situazioni non riesce a trovare il coraggio di parlare e denunciare.

Marta, attraverso la sua sobrietà e sensibilità, sta cercando da diverso tempo di far rivalutare il mondo trans per fare in modo che non venga sempre associato a prostituzione e droga.
Con questo brano vorrebbe fare realmente qualcosa di utile per il mondo femminile, aiutando chi, come lei, ha subito forme di violenza.

Senza categoria