>> Col nuovo statuto l’Alberghiera di Agliano guarda al futuro

Nella mattinata del 19 luglio, il consiglio provinciale ha votato all’unanimità la modifica allo statuto dell’Agenzia di Formazione Professionale Colline Astigiane, più conosciuta come la scuola alberghiera di Agliano Terme, con sede in regione San Rocco, all’interno della Tenuta La Generala.

Con le approvazioni già operate dagli altri soci, è così possibile introdurre, nello statuto della scuola, da un lato le modifiche necessarie per adeguarla alle norme di legge che, nei dieci anni di vita della società, sono intervenute, ma anche soprattutto la modifica del 31 dicembre 2030 dell’operatività della società (mista, con capitale pubblico e privato), dando così vita e prospettiva all’attività formativa.

Sono stati ridisegnati in parte anche gli assetti ed i rapporti fra i soci all’interno della società: il comune di Agliano Terme avrà due rappresentanti nel consiglio di amministrazione, uno dei quali sarà anche presidente onorario, la Provincia, il comune di Nizza ed il comune di Canelli nomineranno un consigliere di amministrazione ciascuno che, assieme a quelli indicati dall’assemblea dei soci, andranno a formare il consiglio di amministrazione che eleggerà al proprio interno il presidente (prima era indicato dal comune di Agliano Terme) ed il vicepresidente.

“Spostare al 31 dicembre 2030 la scadenza della società che gestisce la scuola – sottolinea il presidente dell’Agenzia di Formazione, Secondino Aluffi – è un passo importante per dare prospettiva di operatività all’agenzia di formazione, consentendo di mettere in piedi programmi a lungo termine che garantiscano la crescita della scuola in termini di qualità formativa, di crescita numerica degli allievi e di maggiore servizio al territorio “.

,