>> Auto storiche: VI “Tour tra Langa e Monferrato”, a Moasca

Sabato 10 luglio, si svolgerà il VI “Tour tra Langa e Monferrato”, gara turistica di regolarità per auto storiche (immatricolate prima del 1984), organizzata dal club ‘Lancia & Co’, in collaborazione con il Comune di Moasca e la Pro Loco.

Il programma  orario e il percorso risultano modificati rispetto allo scorso anno, perché gli organizzatori hanno tenuto conto delle esigenze dei concorrenti spostando il tour nelle ore del tardo pomeriggio.

Il raduno è previsto, dalle ore 13 alle 15.30, nel piazzale antistante l’Area Caffé in strada Opessina (dopo la rotonda di Castelnuovo Calcea, in direzione di Canelli), dove si effettuerà la verifica dei partecipanti e l’assegnazione dei numeri. Quindi l’incolonnamento e il trasferimento a Moasca, da dove,  alle ore 16.31, si effettuerà la partenza.

Il percorso di 99 Km circa, attraverserà tutti gli 8 Comuni della “Comunità delle Colline tra Langa e Monferrato”, precisamente: Moasca, S. Marzano Oliveto, Canelli, Camo, Coazzolo, Boglietto, Calosso, Moasca, Montegrosso, Costigliole, S. Stefano Belbo, Moasca. A metà percorso, sarà infatti effettuato un ulteriore transito a Moasca.

La manifestazione è stata presentata, venerdi sera 25 giugno, al ristorante ‘NerodiStelle’ del Castello di Moasca, dal sindaco Maurizio Bologna, alla presenza del presidente del club Lancia & Co. Carlo Nano, Stefano Casazza, organizzatore della manifestazione (insieme a Giuseppe Fiorio ed Elio Santero) e del testimonial della manifestazione Luca Cantamessa.

Questo, in sintesi, il programma del VI “Tour Tra Langa e Monferrato”: ore 13-15.30 ritrovo nell’Area Caffé, dove sarà effettuato l’incolonnamento delle auto storiche e il trasferimento verso Moasca in base al numero progressivo d’iscrizione, a distanza di un minuto l’una dall’altra; partenza da Moasca alle ore 16.31 (la prima auto);  ore 20.26 arrivo della prima vettura a Moasca, dove si effettuerà la classifica e la premiazione.

Infine, ai partecipanti sarà offerta, come è ormai tradizione, una merenda ‘sinoira’. E’ prevista la partecipazione di una trentina di concorrenti (l’anno scorso gli iscritti erano 25). 

, , ,