>> Pedalatamica, 233 ciclisti per 70 Km a favore del volontariato oncologico

Ancora un successo per la “Pedalatamica”, quarta edizione: 233 ciclisti hanno pedalato, ieri mattina, domenica 7 ottobre, per 70 chilometri, attraversando Mongardino, Costigliole, Bionzo, Piana del Salto, Sant’Antonio e Canelli, raccogliendo fondi a favore del volontariato oncologico del Cardinal Massaia. Corposa la rappresentanza sanitaria: accanto a medici, infermieri, tecnici sono saliti in sella anche il direttore amministrativo dell’Asl, Massimo Corona, e il primario di Oncologia, Franco Testore. A Canelli, punto di metà percorso per la manifestazione non competitiva, a metà percorso della manifestazione non competitiva, è stato allestito un piccolo palco per ascoltare la voce di chi, ogni giorno, si adopera per i malati oncologici.

Il primario canellese Testore, affiancato dai volontari dell’Astro (Associazione Scientifica Terapeutica per la Ricerca Oncologica), che a Canelli conta 71 volontari, ha così spiegato: “Abbiamo pedalato sulle strade che tutti i giorni copre il Pulmino Amico per portare i pazienti dalle loro case al Massaia e lo abbiamo fatto stando in gruppo, così come i percorsi di malattia al Massaia li decidiamo in équipe”.

Oltre a molti cicloamatori (la manifestazione era inserita nel calendario UDACE), la “Pedalatamica” ha raccolto malati, ex pazienti e un buon numero di ragazzini: 30 gli adolescenti tra gli 8 e i 12 anni. Il gruppo più numeroso (34 partecipantii) è stato quello del Pedale Canellese. A sensibilizzare sul tema del volontariato oncologico anche la manifestazione sportivo-amatoriale “Ciclotappo Amico” che si è svolta, sabato pomeriggio 6 ottobre, nella piazza interna del Massaia. A conti fatti, “Pedalatamica” porterà quest’anno nelle casse dell’Astro, che gestisce il Pulmino Amico, 2300 euro.

,