Al Bagna Cauda Day il premio ‘testa d’aj’ a Enzo Bianchi

Nell’ambito del “Bagna Cauda Day”, sarà consegnato il kit del perfetto bagnacaudista  a ogni commensale dei 150 ristoranti che aderiscono al Bagna Cauda Day 2018. È illustrato dall’artista Massimo Ricci di Nizza Monferrato che fa intonare la canzone “Quel mazzolin di cardi/ che vien dalla campagna/ e bada ben che qui si bagna”. Tutti i locali propongono la bagna cauda al prezzo di 25 euro e vino a 10 euro a bottiglia. Altre info: www.bagnacaudaday.it

Sotto ai portici di piazza San Secondo ad Asti, sabato 24 novembre, dalle 10 alle 19, vendita di  prodotti tipici autunnali, incontri e dimostrazioni. In collaborazione con la Cia Confederazione italiana agricoltori e l’associazione Amae – Atima Amici Macchine d’Epoca.

Sabato 24 novembre la Cavalier Vicenzi Amaretti di Mombaruzzo (At) propone Pane burre e acciughe aperitivo dopo le 17. Info: 0141 77024, info@cavaliervicenzi.com

Sabato 24 novembre torna anche il coraggioso bacio di mezzanotte proposto insieme al Consorzio della Barbera d’Asti e dei Vini del Monferrato allo scoccar della mezzanotte in piazza San Secondo (davanti al Municipio). Sulle note della canzone “Non ti fidar di un bacio a mezzanotte”, si terrà l’ironico flashmob, in omaggio alle mitiche Gemelle Nete.

I bagnacaudisti sono invitati a un abbraccio collettivo e al bacio in piazza della durata dei 12 rintocchi dell’orologio del Palazzo Comunale. Il Bacio di mezzanotte si celebrerà anche in altri locali che aderiscono al Bagna Cauda Day.  Serata cauda con il dj Andrea Margiotta.

Novità di quest’anno la possibilità del “finale in gloria”, ossia di concludere la bagna cauda secondo tradizione con un uovo cotto direttamente nel fujot “spolverato” da una grattatina di tartufo bianco d’Alba. Il prezzo di questa aggiunta profumata andrà dai 10 ai 15 euro in base alle quotazioni dei tartufi bianchi. 

Domenica 25 novembre (ore 17), a palazzo Ottolenghi, il premio «testa d’aj» sarà assegnato a padre Enzo Bianchi, fondatore e già priore della comunità di Bose. Di origini astigiane (è nato a Castelboglione nel 1943) ha dedicato pagine intense raccolte nel volume “Il pane di ieri” dove descrive anche il rito contadino della bagna cauda. Cardiologi a convegno sabato 24 novembre alle ore 16 nell’ex Sala Consiliare del Municipio, in piazza San Secondo ad Asti. L’iniziativa è organizzata da Slow Food Colline Astigiane – Tullio Mussa con Astigiani. Interverranno: Filippo Mobrici (Presidente del Consorzio della Barbera d’Asti); Alessandro Durando (Presidente Cia Asti Cia); Lorenzo Giordano (Presidente Cantina Sociale Di Vinchio Vaglio Serra); Patrizio Gamba (Presidio nazionale dell’ Olio Extravergine Slow Food); Giancarlo Sattanino (Gastronomo ed esperto di vino); Samuela Mattarella (nutrizionista e docente in Scienze dell’alimentazione).

Con il Bagna Cauda Day, torna anche il contest fotografico Bagna Cauda Clic su Instagram sempre in collaborazione con il Consorzio della Barbera d’Asti. Tutti sono invitati a fotografare la Bagna Cauda: dai piatti, agli ingredienti, dalle tavole imbandite agli eventi collaterali, ai momenti conviviali come il Barbera Kiss. Si può partecipare con un massimo di tre foto. Le immagini saranno valutate da una giuria di esperti e i vincitori riceveranno una cantinetta da sei bottiglie offerte dal Consorzio Barbera d’Asti e altri premi. La cerimonia si svolgerà a metà dicembre in occasione della presentazione della rivista Astigiani.

Domenica 25 novembre, si correrà una  corsa podistica non competitiva di 8 km organizzata in collaborazione con la società sportiva Vittorio Alfieri. Partirà alle 10 dalla Caffetteria Mazzetti (corso Alfieri 357) e seguirà un percorso cittadino. 

Domenica 25 novembre (ore 17), a palazzo Ottolenghi, il premio «testa d’aj» sarà assegnato a padre Enzo Bianchi, fondatore e già priore della comunità di Bose. Di origini astigiane (è nato a Castelboglione nel 1943) ha dedicato pagine intense raccolte nel volume “Il pane di ieri” dove descrive anche il rito contadino della bagna cauda.

A Palazzo Mazzetti , corso Alfieri 357, da visitare la mostra di Marc Chagall con 150 opere esposte: da martedì a domenica: 10.00 – 19.00. Per saperne di più www.astichagall.it. Da visitare anche la mostra temporanea realizzata dagli studentidi Asti «Bagna Cauda alla lavagna» a Palazzo Ottolenghi. 

 

Lascia un commento