I veterinari di Asti posano per un calendario ‘bestiale’

I veterinari di Asti posano per un calendario 2019 «bestiale» e benefico: è l’originale iniziativa promossa dall’Ordine dei Medici Veterinari di Asti per sostenere «Preludio a 4 zampe: la non parola», il progetto culturale e sociale per interventi assistiti con gli animali (IAA) nel reparto di Psichiatria dell’Ospedale Cardinal Massaia che prevede la presenza di pets ossia animali da compagnia in corsia. Il ricavato della vendita dei calendari andrà interamente a sostenere questo progetto.

«L’idea di un calendario veterinario – spiega Massimo Pasciuta, presidente Ordine – è nata un po’ per gioco, durante un consiglio direttivo mentre discutevamo delle difficoltà che i veterinari hanno nella comunicazione. Oggi sapere comunicare bene è fondamentale anche per noi e per la nostra immagine professionale». Prosegue: «Il ruolo del veterinario è poco conosciuto, eppure è una professione con un ruolo sociale, economico, umano estremamente importanti. È per questo che abbiamo pensato di proporvi attraverso dodici fotografie altrettanti colleghi colti mentre lavorano nel loro quotidiano».

Così ci sono veterinari che si occupano di animali da compagnia, ma anche di api, di cavalli e vacche, di controllo degli alimenti e di igiene alimentare, di profilassi delle malattie infettive, di benessere animale, di farmacovigilanza, di farmacosorveglianza, di biosicurezza, di alimentazione animale, di diagnostica di laboratorio, di avicoli, di suini, di ovi-caprini, di pesci.

Il calendario, come si diceva, ha l’obiettivo di sostenere il progetto di Interventi assistiti con gli animali (IAA) in reparto promosso da Paola Chirone, coordinatore infermieristico, Salute Mentale dell’Ospedale Cardinal Massaia. I protagonisti sono i cani Tosca e Quantico.

«Il lavoro prevede un laboratorio esperienziale con il cane – spiega Chirone -, inizialmente con valenza ludico-ricreativa al fine di migliorare il benessere delle persone con coinvolgimento dell’animale da compagnia. La presenza di un animale domestico, in un ambito così particolare, svolge un ruolo facilitante per la cura e la relazione rivolta alle persone “fragili”, per la riduzione dell’ansia e degli stress, per l’attivazione alla compliance e all’aderenza terapeutica, per sinergismo d’azione ed empatia tra degenti ed operatori sanitari. Il gioco, la carezza, la parola non detta, l’espressione corporea dell’animale, possono influenzare e coinvolgere positivamente le persone con disagi della sfera psichica-mentale».

Il presidente della Federazione Nord Ovest dei Veterinari Gianni Re commenta: «Non posso che appoggiare questa simpatica e significativa iniziativa e ringrazio i colleghi che nei loro vari ambiti, si sono prestati a fare da modelli. Forse non bucheranno lo schermo come le modelle del calendario Pirelli, ma abbiamo bisogno di questi piccoli segnali per riaffermare l’importante ruolo del veterinario».

Il calendario è stato realizzato da Giulia Cerato; le foto sono firmate da Bianca Vercelli. Ne sono state realizzate mille copie e verranno vendute con offerta minima di 10 euro negli ambulatori veterinari che hanno aderito oppure prenotandolo al numero: 328 0278938, 349 2503196, info@veterinariasti.it.

Il calendario sarà disponibile anche durante la presentazione di dicembre della rivista Astigiani.

L’Ordine dei Medici Veterinari di Asti ha155 iscritti di cui 35 lavorano all’Asl, 5 sono veterinari zooprofilattici, 5 buiatri, 3 ippiatri, 2 avicoli, 5 si occupano genericamente di altro ovvero di alimentazione, riproduzione etc. I più si occupano di piccoli animali da compagnia.

Hanno dato un contributo essenziale alla realizzazione del calendario «bestiale» alcuni partner: Paven srl, Pronos srl, Federazione nazionale Fnovi, Asl di Asti, Leo Club di Asti, Cascina Castlèt, la rivista Astigiani e iShock ufficio stampa e pr. L’iniziativa ha il patrocinio della Provincia di Asti.

Lascia un commento