Al via la terza edizione del Festival BiodanzAsti

Si svolgerà il 19, 20 e 21 ottobre il Festival di Biodanza, organizzato per il terzo anno di fila, da L’Airone Asd in collaborazione con il Comitato provinciale Aics e l’Associazione Biodanza Italia.

Tre giorni ricchi di appuntamenti per porre l’attenzione sulla mediazione corporea e sul movimento, per migliorare e rinforzare modalità relazionali e comunicative e per combattere lo stress, attraverso il Sistema Biodanza, ideato dall’educatore, psicologo ed antropologo cileno Rolando Toro.
Si inizia venerdì 19 ottobre al mattino. Dalle 9,30 alle 11,30 in via Gavazza si terrà una sessione di “Biodanza e Disability” in collaborazione con il Centro Diurno di Asti e i suoi ospiti.

Si prosegue al pomeriggio con un momento di approfondimento. Dalle 16,30 alle 18 nella sede de L’Airone, via Duca d’Aosta 13, si terrà il convegno realizzato in collaborazione con Aics Asti “Biodanza per la promozione del benessere a scuola”. Saranno presentati i progetti di biodanza attivati in varie scuola di Asti e provincia e che hanno visto come destinatari sia gli insegnanti sia i bambini. Sarà l’occasione per presentare inoltre i corsi, accreditati al Miur, che partiranno nelle prossime settimane.

Dopo un momento conviviale, sarà il momento dalle 18,30 alle 20,30 della vivencia “Educazione biocentrica”. La giornata si chiuderà alle 21 con il Laboratorio di pranayama: lo yoga del respiro.
Sabato le attività saranno concentrate nella sede de L’Airone. Si inizia alle 9,30 con il Laboratorio di Pittura “Tela libera tutti…in famiglia” e si prosegue dalle 11,30 alle 12,30 con la vivencia “Biodanza in Famiglia”.
Dopo la pausa pranzo gli appuntamenti riprendono alle 14,30 con un altro laboratorio di pittura questa volta maggiormente rivolto agli adulti
Alle 16,30 vivencia di “Educazione al contatto cui seguirà un buffet autogestito. La giornata si concluderà con la vivencia “Tango e movimento sensibile” condotta da Jose Antonio Garro, operatore di biodanza di Buones Aires.
L’ultimo giorno di Festival, domenica 21 ottobre, prevede al mattino la conferenza curata dalla Scuola di Biodanza del Piemonte “La formazione in Biodanza” per presentare il percorso di studi per diventare operatore. Seguirà la vivencia su “L’intelligenza affettiva”.
Al pomeriggio le attività si sposteranno al Diavolo Rosso, in piazza San Martino 3. Dalle 15 alle 16 un momento di “Incontrarsi nello sguardo dell’altro: un minuto di eternità”.

Concluderà il Festival un’energica sessione di biodanza dedicata alla ricerca del ritmo vitale.
Il Festival è aperto a tutti. È consigliata la prenotazione agli eventi nella sede de L’Airone (corso Duca d’Aosta 13) o ai numeri 348. 8749495 o 347.7610062.

Il Festival è inserito all’interno del monte ore del corso accreditato MIUR per docenti di scuola di ogni ordine e grado ed è attestabile come attività di aggiornamento formativo.

Lascia un commento