Festival Sagre, premio Coldiretti “Garantiamo l’origine” ex aequo a Moncalvo e a Villanova

Il “Sontuoso bollito misto” della pro loco di Moncalvo e il “Vitello tonnato” di Villanova d’Asti, sono i piatti vincitori del premio Coldiretti “Garantiamo l’Origine” preparati nello scorso week end al “Festival delle Sagre Astigiane”.

Per questa diciassettesima edizione, si è dunque registrato un ex aequo. Entrambe le pro loco erano meritevoli di essere premiate, quindi la giuria ha deciso di attribuire in coabitazione il primo posto che garantisce i mille euro messi in palio da Coldiretti e Fondazione Campagna Amica.

La giuria di esperti nominata per l’occasione, ha analizzato con attenzione i piatti concorrenti al premio, riscontrandone in ogni caso la buona tracciabilità e qualità delle materie prime utilizzate nella preparazione. Nel caso dei piatti proposti dalla pro loco di Moncalvo e di Villanova d’Asti, sono state valutate con il massimo dei giudizi, la fedeltà di partecipazione negli anni, la completezza della documentazione presentata al concorso e, soprattutto, i contenuti espressi nel dossier di presentazione con particolari riferimenti alla filiera corta. In entrambi i casi è stata protagonista la carne di razza bovina Piemontese, a poco più di un anno dall’ottenimento dell’Igp “Vitellone della Coscia”, la qualità della carne nostrana conferma dunque il suo stretto legame col territorio e la sua secolare tradizione, che hanno sicuramente voluto evidenziare, e con successo, le due pro loco, distinguendosi rispetto a tutti gli altri piatti presentati al Festival.

Era giusto premiare entrambi i piatti. Siamo molto soddisfatti del livello delle proposte gastronomiche in gara – ha affermato il presidente di Coldiretti Asti, Marco Reggio – il pari merito è anche la riprova del fatto che tutte le pro loco si impegnano costantemente per impiegare materie prime del nostro territorio, accuratamente selezionate. Il livello delle proposte gastronomiche in gara è stato veramente alto, direi eccellente”. La pro loco di Moncalvo annoverava già due successi nell’albo d’oro del concorso, ormai datati di oltre 12 anni, Villanova d’Asti è invece una new entry nell’olimpo della rintracciabilità dei piatti.

Le premiazioni del Festival delle Sagre, come da tradizione, si terranno quest’inverno alla Camera di Commercio di Asti con una celebrazione ufficiale.

ALBO D’ORO DEL CONCORSO

2002: Moncalvo
2003: Isola d’Asti
2004: Cessole
2005: Cellarengo
2006: Moncalvo
2007: Castagnole Monferrato
2008: San Damiano d’Asti
2009: Azzano
2010: Villafranca d’Asti
2011: Cellarengo
2012: Isola d’Asti
2013: Costigliole d’Asti
2014: Castello di Annone
2015: Cellarengo e Isola d’Asti (ex-aequo)
2016: Valenzani
2017: Castellero
2018 Moncalvo e Villanova (ex-aequo)

Lascia un commento