Asti, Nizza e San Damiano vincono il bando “L’ambiente in biblioteca”

Mercoledì 18 Luglio, durante la conferenza stampa convocata da GAIA presso la Fondazione Biblioteca Astense di via Goltieri 3 ad Asti, sono state premiate le Biblioteche di Asti, Nizza Monferrato e San Damiano d’Asti che hanno ricevuto rispettivamente 2.500€, 1.000€ e 500€ con cui sostenere la cultura dello sviluppo sostenibile e dell’economia circolare.

Hanno risposto in cinque al bando inviato da GAIA a tutte le biblioteche dei Comuni Soci: oltre ai vincitori anche Castello di Annone e Valfenera. La richiesta era di stilare un catalogo delle attuali pubblicazioni in possesso delle Biblioteche su tematiche “ambientali”, indicare il numero di tessere attive e soprattutto il numero di prestiti nell’anno appena trascorso.

La Biblioteca Astense “Giorgio Faletti” con le sue 4.680 tessere e oltre 24.000 prestiti ha confermato di essere il punto di riferimento per la Provincia di Asti per quanto riguarda la capacità di diffondere la cultura attraverso il prestito dei testi, a seguire Nizza Monferrato con 800 tessere attive e 4.800 prestiti nel 2017, San Damiano con 1.421 tessere e 1.895 prestiti, Castello di Annone con 154 tessere e 851 prestiti, a chiudere Valfenera con 85 tessere e 514 prestiti.

Le pubblicazioni a tematica ambientale possedute da ogni biblioteca vede Asti con 63 testi, la Umberto Eco di Nizza con 50, la “Pinin Pacot” di Castello di Annone con 49 titoli, la Civica di Valfenera 22 e la “Gesualdo Nosengo” di San Damiano 11. GAIA vincola il 50% del contributo all’acquisto di testi a carattere ambientale per diffondere la cultura dell’economia circolare e ha consegnato un timbro con cui verranno contraddistinti i nuovi volumi. Le Biblioteche saranno chiamate a rendicontare l’elenco dei testi acquistati ma soprattutto ne dovranno incentivare il prestito, promuovendo la lettura di questo piccolo tesoro utile a corroborare una cultura impegnata a preservare le risorse per il futuro delle prossime generazioni.

GAIA fornirà anche materiale divulgativo che riguarda la gestione dei rifiuti e lo sviluppo sostenibile da tenere nelle sale delle Biblioteche “Ogni anno meno del 40% dei rifiuti prodotti dalla provincia di Asti viene smaltito, tutto il resto viene completamente recuperato. Noi testimoniamo la cultura dell’economia circolare innanzitutto con i risultati del nostro lavoro” commenta il presidente di GAIA, ing. Luigi Visconti “gli impianti da anni sono a pieno regime per recuperare carta, plastica, organico, metalli. Oggi ne stiamo ampliando le capacità perché in prospettiva la raccolta differenziata è destinata ad aumentare e solo garantendo un corretto recupero potremo raggiungere l’obiettivo di uno sviluppo sostenibile”.

Con il bando L’Ambiente in Biblioteca apriamo un canale di collaborazione diretta con le biblioteche della provincia di Asti, nella speranza di poterlo consolidare nei prossimi anni. Da sempre GAIA investe nella formazione, sensibilizzazione, informazione dei cittadini perché senza elaborazione culturale e scientifica non possono arrivare risultati operativi che durino nel tempo” conclude il presidente di GAIA.

Lascia un commento