Inaugurato a Canelli il primo campo padel dell’Astigiano

In italiano è pagaia, “padel” con licenza traduttiva in lingua ispanicas. Per tutti è il “paddle”, disciplina sportiva simile al tennis inventata nel 1898 da uno statunitense che, non potendo costruire all’interno della propria tenuta un campo da tennis per mancanza di spazio, optò per un rettangolo un po’ più piccolo e chiuso ai lati.

Struttura che Canelli ha inaugurato ufficialmente sabato 22 luglio, realizzata dall’amministrazione comunale all’interno del complesso del Palazzetto dello Sport. Un rettangolo di 20 metri per 10, con reti sui due lati lunghi e una vetrata alle spalle dei giocatori.

«Le regole sono simili al tennis, con qualche variante – spiega Giovanni Bocchino, consigliere delegato allo sport -, con qualche variante: tutto il campo è “giocabile”, vale il rimbalzo della pallina sulla vetrata, le racchette sono più piccole realizzate con una fibra speciale».

Il campo di “padel” canellese, come oramai si usa chiamare questo sport accreditato dl Coni e rappresentato dalla Federazione Italiana Tennis, è il primo nell’astigiano, il quindicesimo in Piemonte. «In Italia vi sono circa 300 campi di padel con 2500 tesserati ma in Argentina, dove è oramai uno sport nazionale, questi superano i 4,5 milioni, 6,5 milioni in tutto il mondo di cui il 35% è rappresentato da donne» aggiunge Bocchino.

L’utilizzo del campo sino a settembre sarà gratuito «per far conoscere questo gioco che può essere praticato da tutti a partire dagli otto anni, sempre in coppia» dice il consigliere allo sport. Che sottolinea come la proposta possa rappresentare uno stimolo “commerciale” per il Palazzetto dopo l’affossamento, sei anni fa, del progetto-piscina e la crescita delle offerte sportive in valle. Previsti tornei estivi e un’inaugurazione-esibizione con i campioni italiani. Racchette e palline possono essere affittate dai gestori del palazzetto. «Alcuni maestri di tennis che già operano a Canelli hanno dato la loro disponibilità a tenere appositi corsi» conferma il delegato allo sport.

«Questa nuova struttura va ad accrescere l’offerta sportiva canellese – commenta il sindaco Marco Gabusi presente all’inaugurazione -. Ancora una volta Canelli è all’avanguardia nel panorama sportivo: a partire dal lontano 1963 quando imprenditori privati realizzarono il Palazzetto dello Sport alla gestione innovativa inaugurata anni fa con l’ingresso diretto delle società sportive e, ora, con il padel che si affianca alle altre proposte che qui si possono trovare»

 

Lascia un commento