A Monforte d’Alba, otto giorni di teatro, musica, giochi e spettacoli di strada, con il Giro del Mondo in 80 giorni

Per otto giorni a Monforte d’Alba (Cn) quasi duemila giovanissimi “Phileas Fogg” saranno i protagonisti di un Giro del mondo in 80 giorni. Grazie alle scenografie, agli spettacoli, alle animazioni e ai laboratori, da lunedì 20 a lunedì 27 maggio le piazze e i vicoli del borgo storico di Monforte diventeranno le ambientazioni del viaggio narrato da Jules Verne nel suo romanzo pubblicato 140 anni fa. Il punto di partenza sarà Piazza Umberto I, trasformata nella stazione ferroviaria di Londra. La rassegna di teatro, letteratura e musica arriva così alla sua seconda edizione, dopo il primo appuntamento del 2011, Il villaggio di Marco Polo, dedicato al Milione.

Tutti i giorni circa trecento allievi delle scuole elementari di Piemonte e Liguria partiranno dalla Victoria Station, allestita in piazza Umberto I, alla scoperta di luoghi e culture per loro ancora sconosciuti. Trasportati su trenini speciali nel centro storico, i bambini si immergeranno nelle ambientazioni ispirate alle città visitate dai protagonisti del Giro del mondo in 80 giorni, metteranno in scena i propri saggi artistici e parteciperanno a laboratori sui temi del romanzo: il viaggio, la curiosità, la scoperta, la diversità e la ricchezza delle culture e delle tradizioni di paesi lontani. Sono più di quaranta le iniziative (a ingresso libero), tra cui spettacoli teatrali e di strada, animazioni, clowneries, laboratori di musica, danza, arti visive, recitazione e canto, rivolti in particolare agli allievi delle scuole elementari.

«Circa mille bambini saranno coinvolti attivamente – spiega Adolfo Ivaldi, ideatore dell’evento e vicepresidente della Fondazione Bottari Lattes -. Per loro questo è l’epilogo di un percorso educativo cominciato in autunno nelle scuole con i loro insegnanti e gli animatori dell’associazione Mus-e di Torino, Genova e Savona. Si tratta di un progetto unico nel suo genere che avrà risultati importanti: i partecipanti diventeranno più curiosi e il gioco li inviterà a leggere e a informarsi».

Tra gli elementi che ricreeranno gli scenari del romanzo a Monforte d’Alba ci sono anche le opere di Elio Rizzo, i cui acquarelli e disegni ispirati alle avventure del Giro del mondo saranno esibiti all’interno della Fondazione Bottari Lattes (via Marconi, 16), nella Galleria Ars Mundi (Via Cavour, 20) e in un percorso lungo le vie del borgo.

Il Giro del mondo in 80 giorni, manifestazione ideata e coordinata da Adolfo Ivaldi, è organizzata dalla Fondazione Bottari Lattes e dall’Associazione Premio Bottari Lattes Grinzane, in collaborazione con la Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani di Torino e con le Associazioni Mus-e di Torino, Savona, Genova, che nel corso dell’anno hanno coinvolto i bambini a elaborare gli spettacoli da proporre durante la rassegna.

In otto giorni Monforte ricreerà gli scenari del romanzo di Jules Verne, a 140 anni dalla sua pubblicazione, avvenuta nel 1873.  Ogni giorno alle ore 10 gli artisti accoglieranno i bambini che, come piccoli esploratori, saranno accompagnati lungo il percorso da una moltitudine di personaggi, scenari e mezzi di trasporto reali e immaginari, per scoprire e per pensare attraverso il linguaggio universale del teatro.

,

Lascia un commento