Biblioteca Astense: in sei mesi adottati 68 scaffali

Risultato straordinario per  “Adotta uno scaffale”, iniziativa promossa dalla Biblioteca Astense e ideata dal presidente Giorgio Faletti. In soli sei mesi sono stati adottati dagli astigiani ben 68 scaffali, portando nelle casse della Biblioteca 34 mila euro che sono vitali per le sue attività e che testimoniano l’attaccamento dei cittadini nei confronti della cultura e di uno dei suoi simboli.

“Mi piace pensare – spiega la direttrice Donatella Gnetti – che la futura Biblioteca sarà come un centro che ricorda i suoi cittadini benemeriti nell’intitolazione degli scaffali anziché nelle strade”. Non meno importanti sono le donazioni di libri: in due anni le risorse disponibili per acquistare i libri si sono ridotte da 48 mila a 8 mila euro, un taglio pari all’83,3% che dà l’idea dell’entità della crisi che la Biblioteca sta attraversando.

Fortunatamente anche in questo caso non viene meno la generosità dei cittadini, che donano regolarmente libri all’ente: si tratta talvolta di fondi cospicui di centinaia di volumi, come di recente i libri del prof. Sorisio, la donazione di Isa Gatti e quella  Pagliero Forneris, ma sono fondamentali apporti di qualsiasi entità, nonché iniziative come “Un libro e una rosa” dove, in cambio di un simbolico omaggio floreale, i lettori per San Valentino hanno fatto dono di un volume fresco di libreria.

“Meritano di essere ringraziati tutti coloro che contribuiscono a rimpinguare gli scaffali della Biblioteca – conclude la dott.ssa Gnetti – sia i noti e affezionati lettori che dopo aver acquistato e letto l’ultimo best seller lo mettono a disposizione di tutti, che i cosiddetti ‘donatori anonimi’ che da anni lasciano periodicamente una borsa di libri, soprattutto romanzi, all’ingresso della Biblioteca”.

Anche quest’anno gli appuntamenti di lettura per i bambini e la proposta formativa per adulti “Leggere è (da) grande”, offerti tra ottobre 2012 e maggio 2013 dalla Biblioteca Astense, hanno avuto un’ottima risposta di pubblico.
Giunti al terzo appuntamento formativo dei cinque previsti, risultano circa 140 gli iscritti con una media di frequenza ad ogni incontro che raggiunge le 90 presenze. Oltre agli insegnanti e agli educatori, da sempre grandi fruitori di queste proposte, quest’anno si registra un positivo aumento di responsabili delle biblioteche del Sistema Bibliotecario Astigiano, di lettori volontari e di studenti dell’Istituto Socio-Psico-pedagogico A. Monti di Asti.

Obiettivo fondamentale di quest’anno era far sì che oltre ad Asti, dove la tradizione è ormai consolidata, si attivassero momenti gratuiti di lettura ad alta voce rivolti ai bambini e alle loro famiglie anche nelle piccole biblioteche della Provincia o, in mancanza di queste, in centri educativi o ricreativi dei piccoli Comuni.

Alcune biblioteche del territorio hanno aderito con entusiasmo – nello specifico le biblioteche di San Damiano, Calliano, Poirino, Isola d’Asti, Refrancore e l’Asilo Nido di Nizza Monf.to – e hanno fatto pervenire alla Biblioteca le date degli appuntamenti che stanno organizzando. Poiché questi  momenti di lettura ad alta voce per bambini tra i 18 mesi e i 7 anni ad Asti e su tutto il territorio provinciale cominciano a essere piuttosto numerosi, sul sito internet della Biblioteca è stata creata una pagina riservata ad essi.

Sul sito www.bibliotecastense.it sotto la voce ‘Ragazzi – Calendario iniziative’, è possibile trovare tutti gli appuntamenti finora confermati per i mesi di aprile e maggio 2013 sul territorio provinciale.

,

Lascia un commento