>> Ottocento milioni di euro per le strade di Alba

La Conferenza dei servizi Stato-Regioni ha approvato il progetto da oltre 120 milioni di euro relativo alla viabilità accessoria al lotto 2.6 dell’autostrada Cherasco-Alba ed ha ancora indicato come ‘imprescindibili’ (anche se successive nel tempo) le opere del lotto 2.5, che attraversa Alba, da Vaccheria  a Cantina di Roddi.

Un risultato rilevante a cui deve aggiungersi il tratto di nove chilometri di autostrada, che porta il conto a ben 800 milioni con i lavori che dovrebbero già iniziare nel 2012. Questo il piano delle opere complementari che prevedono interventi  per un valore complessivo dui 124 milioni di euro: 35 milioni per l’adeguamento della tangenziale di Alba; 28 milioni per la realizzazione del ‘terzo ponte’ sul Tanaro; 25 milioni per l’adeguamento della provinciale Roddi – Pollenzo; 15,5 per le strade del nuovo ospedale di Verduno; 9,6 milioni per il collegamento tra via Liberazione e via Rio Misureto; 5,7 milioni per  il collegamento tra ‘terzo ponte’ e MUssotto; 3,1 milione per il collegamento tra corso Nebbiolo e corso Europa; 2,2 per la variante di via Nogaris a Pollenzo.

L’incredibile risultato è stato raggiunto, ha dichiarato il sindaco Maurizio Marello, “grazie alla determinazione con cui, in assoluta unità d’intenti, si sono mosse tutte le componenti del Consiglio comunale , senza distinzione di  posizione politica e grazie anche alla fattiva  collaborazione di Regione e Provincia”. Non per nulla la Regione ha partecipato, con diritto di veto, alla conferenza con il presidente Roberto Cota e l’assessore, albese puro sangue, Alberto Cirio cui molto si deve” per aver saputo  fare ‘lobby’, al di là dei diversi colori”. Per il presidente della Provincia di Cuneo “dal 1998, anno dei primi finanziamenti, la realizzazione dellaa Asti–Cuneo è cresciuta di 11 metri al giorno. Oggi abbiamo impresso  un decisivo colpo all’acceleratore”.

,

Lascia un commento