>> Confimprese : “Le riforme: una spinta per la crescita”

Le riforme: una spinta per la crescita” sarà il tema di grande attualità che verrà illustrato durante il Congresso Provinciale di ConfimpreseItalia – Delegazione di Asti sabato 21 aprile, con inizio alle ore 9,30, nella Sala Vittoria dell’Hotel Salera di Asti, in via Mons. G. Marello 19.

Al tavolo dei relatori si avvicenderanno il Presidente Nazionale Confimprese Guido d’Amico, il Presidente Confimprese Nord-Ovest Carmine Gelli e il Presidente Provinciale Confimprese Asti Pier Paolo Gherlone; realtà imprenditoriali importanti del territorio piemontese e nazionale come il Direttore Generale di Dekra Consulting Dott. Toni Purcaro (accompagnato dal Dott. Lorenzo Pazzi, componente della squadra di Management di Dekra Consulting per il mercato italiano cui è stata affidata la funzione di Business Development e dal consulente aziendale Dott. Fiorenzo Corbetta) e il  Presidente della Cantina Sociale di Canelli Roberto Marmo.

Prevista anche la partecipazione dell’On. Giacomo Portas, membro della Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati.

Per illustrare possibili soluzioni rivolte alla ripresa del mercato del lavoro e trattare un argomento così importante come la crescita economica delle piccole e medie aziende in un momento di crisi generale dell’impresa e dell’occupazione, da cui la nostra città non è, purtroppo, immune, hanno confermato la loro presenza il Sindaco di Asti Giorgio Galvagno e gli Assessori al Lavoro del Comune di Asti Pier Cesare Mora e della Provincia di Asti Marco Versè.

Durante la mattinata verranno eletti il nuovo direttivo e il Presidente Provinciale di Confimprese delegazione di Asti, l’associazione sindacale di rappresentanza presente in tutta Italia, che raggruppa piccole e medie imprese e professionisti.

Il convegno è aperto al pubblico e l’invito a partecipare è esteso alle istituzioni pubbliche e private, agli imprenditori, ai professionisti e ai cittadini che hanno a cuore la crescita economica e occupazionale della nostra provincia.

Lascia un commento