>> L’Asti Spumante va a Golosaria dal 6 all’8 novembre, a Milano

Dopo il Salone del Gusto, l’Asti docg sarà presente, anche quest’anno, a Golosaria, dal 6 all’ 8 novembre, al Melià di Milano. Accanto allo spazio permanente, dove saranno offerte in degustazione le etichette dei consorziati aderenti all’iniziativa, altri momenti vedranno protagoniste le bollicine italiane più vendute al mondo.

La partnership con Golosaria rappresenta per il Consorzio per la Tutela dell’Asti il proseguimento coerente di un percorso in cui il consumatore viene guidato all’incontro con lo spumante più venduto al mondo.

Sabato 6 novembre, alle ore 21, durante l’incontro-show “Ma è sempre così strano… incontrarsi a Milano” condotto da Paolo Massobrio con Luca Doninelli, autore del libro “Milano è una cozza” e Lauro Ferrarini (con omaggio a Bruno Lauzi), sarà presente sul palco Ernst Knam, Ambasciatore dell’Asti docg e campione italiano di cioccolateria 2009.

A lui sarà riservato un momento speciale: si esibirà nella realizzazione di un dolce dal vivo utilizzando l’Asti docg come ingrediente. In particolare Ernst Knam proporrà una versione inedita del “suo mondo” rivisitando la tradizionale ricetta del panettone. “Il mondo di Knam implode con Asti docg” è un globo di finissimo cioccolato fondente, decorato con foglie d’oro 24 carati, farcito con una mousse al panettone che viene finito con un’iniezione di riduzione calda di Asti docg, che tutto lega e amalgama in un’unica emozione gustativa. I presenti in sala potranno poi assaggiare la versione “mignon” del mondo, abbinata ad una coppa di Asti docg.

Domenica 7 novembre, alle ore 11,30, l’Asti docg sarà protagonista di un “esercizio di apertura mentale” in cui Ernst Knam, accompagnato dal suo collaboratore Davide Buggini, presenterà una ricetta salata – un foie gras al burro di cacao con salsa di uva moscato – ed una dolce – “camminando nel bosco” –  entrambe a base Asti docg.

L’Asti docg è prodotto esclusivamente con uva Moscato Bianco che cresce sulle colline di Monferrato, Langhe e Roero, di cui mantiene integre le caratteristiche uniche. Piacevole, fresco, dalla gradazione alcolica contenuta, l’Asti docg esprime storia, tradizione e filosofia di quanti ogni giorno lavorano i 10.000 ettari della zona d’origine – 52 comuni nelle province di Asti, Alessandria e Cuneo: 53 industrie o aziende commerciali, 23 aziende vinificatrici, 21 cantine cooperative, 2 cantine cooperative di secondo grado, 98 aziende vitivinicole e viticole, raggruppate nel Consorzio per la tutela dell’Asti. www.astidocg.it

,

Lascia un commento