>> Alta Langa Metodo Classico presto anche d.o.c.g

Alta Langa Metodo Classico d.o.c, presto anche d.o.c.g. Il prelibato spumante piemontese potrà fregiarsi della denominazione di origine controllata e garantita.

A partire dalla vendemmia 2011, la bollicina piemontese Alta Langa Metodo Classico potrà fregiarsi della denominazione di origine controllata e garantita. Sono infatti in dirittura di arrivo le pratiche per l’assegnazione delle d.o.c.g.

Dopo la degustazione dei campioni di Alta Langa da parte del Comitato Vitivinicolo, su indicazione del Comitato Nazionale per la tutela e la valorizzazione delle denominazioni di origine dei vini, la Commissione delegata per la Regione Piemonte, effettuerà una pubblica audizione per la richiesta di modifica del disciplinare di produzione della denominazione di origine controllata “Alta Langa metodo classico”, giovedì 11 novembre, alle ore 16, nel Salone Consiliare al Palazzo della Provincia, in piazza Alfieri 33, ad Asti.

La pubblica audizione è libera. Nel corso dell’incontro la Commissione delegata ascolterà le osservazioni di tutti coloro che sono interessati alla denominazione.

Si tratta di un riconoscimento importante sia per lo Spumante Alta Langa che per il  Piemonte. Il prossimo anno potrebbero salire così a 13 i vini piemontesi d.o.c.g.

Le altre d.o.c.g. piemontesi sono: Asti, Brachetto d’Acqui o Acqui, Barbera d’Asti, Barbera del Monferrato Superiore Barbaresco, Barolo, Dolcetto di Dogliani o Dogliani, Gattinara, Gavi o Cortese di Gavi, Gemme, Roero, Dolcetto di Ovada Superiore o Ovada.

, , , ,

Lascia un commento