>> L’efficienza energetica parte dall’assenza di spifferi

Nel piccolo centro di Calamandrana (in provincia di Asti) si sta conducendo, da qualche anno,  una impegnativa e rigorosa battaglia contro gli sprechi energetici in campo abitativo. Se ne occupano con professionalità e passione, l’arch. Elena Ivaldi e il fratello ing. Stefano, titolari della I.E.F.I. s.r.l. di Calamandrana.

L’anno scorso inaugurarono l’“Habitat” il primo palazzo ad alta efficienza energetica, certificato CasaClima, della Provincia di Asti ed il secondo del Piemonte. Un mese fa hanno concluso i lavori della “Palazzina Ludovica”, dieci alloggi costruiti con l’obiettivo di raggiungere la classe A di CasaClima, processo costruttivo e di certificazione energetica obbligatorio in Alto Adige già dal 2004, mentre in Piemonte assolutamente volontario e diventato simbolo di qualità ed eccellenza edilizia.

“Il protocollo CasaClima è un insieme di regole applicabili a tutte le tipologie di edifici: in mattoni, in cemento armato, in legno – sottolinea l’arch. Elena Ivaldi – se studiato e rispettato sia dal progettista che dal costruttore crea un edificio ad alta efficienza energetica, sostenibile e dotato di comfort. Costruire una casa che produce energia invece di consumarne oggi si può, ma occorre non commettere errori e la Certificazione CasaClima controlla tutto il processo costruttivo, dalla progettazione alla realizzazione e solo sottoponendo l’edificio a test come quello del Blower Door, CasaClima riesce a effettuare il controllo necessario per rilasciare la propria certificazione.”

L’assenza di “spifferi” è un elemento fondamentale per creare comfort all’interno delle abitazioni e questo test ne rileva l’entità scientificamente. Obbligatorio per ottenere la classe A di CasaClima è il Blower Door Test.Tecnici specializzati con specifiche apparecchiature sottopongono l’edificio prima ad una sovrapressione di 50 Pascal e successivamente ad una sottopressione sempre di 50 Pa. A seguito di questa differenza di pressione tra l’interno dell’edificio e l’ambiente esterno si sollecitano tutti i possibili passaggi di aria (spifferi) e se ne misura l’entità.

Una CasaClima B, A e Gold deve necessariamente raggiungere un valore minimo di Blower Door Test, più o meno restrittivo a seconda del grado di eccellenza della classe.

Nel caso di esito negativo, attraverso strumentazioni specifiche (anemometri), si ricercano i passaggio d’aria (spifferi) ed il costruttore è obbligato a correggerne la relativa sigillatura (dal serramento alle scatole impiantistiche) fino a quando il risultato della ripetizione del test non risulti positiva.

,

Lascia un commento