> Friges: siglato l’accordo

Giovedì 14 gennaio, nella sede della Regione Piemonte, è stato siglato l’accordo  sulla cassa integrazione straordinaria alla ditta Friges SpA di Calamandrana, azienda affermatasi nel settore dei sanitari e arredi bagno. Il provvedimento, che riguarderà 70 addetti, decorrerà dal 25 gennaio e riguarderà l’intero 2010,  con la possibilità di estenderlo, in caso di necessità all’intero organico.

E’ stato concordato che, in attesa dell’autorizzazione del Ministero del Lavoro, l’azienda anticiperà ai lavoratori il trattamento di cassa integrazione straordinaria e riconoscerà anche ai lavoratori posti in cigs la piena maturazione e quindi l’intero importo del premio aziendale annuale. Inoltre ai lavoratori posti in cigs che a causa di tali periodi di cigs dovessero maturare meno del 75% dei ratei afferenti alla 13ª mensilità e alle ferie riconoscerà almeno il 75% di questi ratei. E’ prevista la rotazione dei lavoratori su base quindicinale compatibilmente con le esigenze organizzative e produttive aziendali e la fungibilità delle mansioni.

Ogni quattro mesi le parti si incontreranno  per valutare l’andamento della situazione.
“Tale accordo, – commenta Filippo Rubulotta segretario della Fillea-Cgil – a cui si dà una valutazione sicuramente positiva e per il cui raggiungimento è comunque stata importante la capacità della direzione aziendale di comprendere le istanze sollevate dalla parte sindacale, rappresenta un importante passo anche verso la discussione sulla procedura di mobilità, riduzione di personale per 20 lavoratori, la cui necessità è comunque stata confermata dalla direzione aziendale e che si terrà, mercoledì 20 gennaio, nella sede dell’Unione Industriale di Asti.”

Intanto lunedì 18 gennaio, alle ore 10, il Presidente della Provincia di Asti Maria Teresa Armosino e l’Assessore al Lavoro e alle Attività Produttive Marco Versè hanno firmato il protocollo d’intesa per l’accordo per il sostegno ai lavoratori della Provincia di Asti posti in cassa integrazione guadagni straordinaria e straordinaria in deroga, con pagamento diretto dell’Inps, alla presenza dei rappresentanti: Fondazione Cassa di Risparmio di Asti, Cassa di Risparmio di Asti, Unione Industriale, Confapi Asti, Coonfartigianato Asti, CNA Asti, Confcommercio, Confesercenti di Asti e provincia, Casa Artigiani, Confcooperative, Coldiretti, Confagricoltura e le Segreterie di CGIL, CISL e UIL.

,

Lascia un commento